mercoledì 29 febbraio 2012

What's wrong to talk about evil? #4

Ed eccoci al quarto appuntamento con la rubrica in cui si analizzani i "cattivi" e i loro comportamenti. What's wrong to talk about evil? Cosa c'è di male a parlare del male?

La puntata odierna sarà un po' difficile da portare avanti, poichè ho deciso di riproporvi "L'Ospite" della Meyer, in modo da non conoscere meglio solo Melanie e Wanda, ma anche coloro che hanno il ruolo di antagonisti.
Sin dall'inizo si pensa agli alieni. Ed è così, in fondo.
Ci hanno invaso, ci hanno sottratto i nostri corpi e il nostro pianeta, hanno cominciato a darci la caccia per privarci della nostra anima e impossessarsi di ciò che ci appartiene. Non hanno risparmiato neanche i bambini. Nel momento in cui hanno poggiato piede (se si può dire così xD) sulla Terra ci consideravano già cadaveri, niente più.
E allora perchè ho dubbi sull'antagonista?
Perchè quando Wanda viene trovata dai superstiti, loro la torturano, la maltrattano, fanno ricadere su di lei tutte le colpe dei suoi simili.
La fanno sentire responsabile, e il senso di colpa sarà così grande che deciderà di porre fine alla sua vita (cliccare qui per maggiori informazioni su Wanda).
Starete pensando che tutte le loro azioni erano spinte dall'odio, ma non è forse l'odio che (secondo l'ottica del libro) ci rende uguali ai nemici? Cioè, i dolci sentimenti come l'amore sono quelli che fanno di noi degli Umani. Nel momento in cui cediamo alle emozioni più brutali, diventiamo uguali proprio a coloro che dobbiamo cercare di combattere.
Gli alieni non sono in grado di amare. O almeno non sono in grado di amare come noi Terrestri.
Questo aspetto viene ribbadito più volte dalla Meyer.
Ci sono un paio di pagine nelle quali viene narrato di Wanda che va dall'analista: Questa le dice di trovarsi un compagno. Ma non per provare l'amore, bensì per adeguarsi alle nostre usanze.
Naturalmente il discorso che ho riassunto in due parole è molto più lungo e complicato, ma volevo provare a farvi capire il perchè delle mie contaddizioni.
Leggendo L'Ospite, noi umani sembriamo vittime indifese, ma non bisogna dimenticare che il nostro pianeta ci è stato sottratto proprio per la nostra cattiveria, la nostra fame di potere, di denaro.
Ma allora siamo forse NOI un pericolo? Un pericolo per noi stessi?
Direi che fa riflettere come cosa... Fa anche un po' paura, in realtà.
Insomma, non sempre sono altri gli antagonisti, i cattivi della situazione. Molte, troppe, volte, anche noi commettiamo crudeltà.

Direi che per oggi è tutto ^_^ Ho detto per caso un sacco di boiate? Se è così ditemelo per piacere xD
Ciao Ciao :D

martedì 28 febbraio 2012

Piccola anteprima ^^ Blood Magic, di Tessa Gratton

Lenah ha postato quest'anteprima sul suo blog, ho letto la trama e mi ha incuriosito molto... sarà anche per il fattore "casa vicino al cimitero" xD


Nelle librerie dal: 6 marzo
Editore: Piemme Freeway
Saga: Blood Journals
Prezzo: € 16,00

TramaSilla è disposta a tutto pur di scoprire cosa è successo davvero la notte che i suoi genitori hanno perso la vita, anche a provare gli incantesimi del misterioso libro trovato all’improvviso sulla soglia di casa sua. E poi c’è Nick, il ragazzo che ha incontrato nel cimitero di fianco a casa: anche lui nasconde un segreto e conosce la magia. Uniti dal destino e da una fortissima attrazione, Nick e Silla dovranno combattere contro la presenza oscura che vuole entrare in possesso del libro e di tutto il suo potere.

Sembra interessante e originale! E la cover è davvero carina! Credo che lo acquisterò ;D

Dru è al settimo cielo!!!

Gente non potete neanche immaginare la meravigliosa notizia che ho ricevuto appena adesso!!!
Tempo fa avevo letto Damned di Claudia Palumbo. Quest'ultima aveva organizzato un concorso sulla pagina facebook, che consisteva nel postare una foto con una frase del libro.
...HO VINTOOOOOOOOOO!!!
Come premio ho scelto dal catalogo Sperling&Kupfer (la casa editrice che ha pubblicato Damned), Eternity, di Rebecca Maizel, ricordando proprio un consiglio di Lenah ^^
Ecco la foto che mi ha resa vincitrice:


<<Lo sai anche tu, Konstantin. Se si innamora di te, è come se continuasse ad amare anche me. Siamo troppo uguali, noi due.>>
<<Mi stai dicendo che Cathy ci ama... tutti e due?>> domandai beffardo.
Tristan sospirò, mentre un'altra lacrima gli rigava il volto.
<<Non l'ho mai negato.>>
Quelle parole furono più forti del rumore del tuono che si schiantava tra gli alberi.



Luca Tarenzi al FantasyCamp 2011



Lui. E'. Il. Mio. Mito!!!
Consiglio davvero a tutti di leggere i suoi libri (affermazione un po' ipocrita, poichè ho letto solo "Quando Il Diavolo Ti Accarezza").
Avevo provato a cercare "Le Due Lune" e altri suoi romanzi, ma sembra siano introvabili D:
IBS mi da come indisponibile la maggior parte di loro, questo mi rattrista, perchè vul dire che la richiesta è bassa. Peccato! Perchè meritano davvero! Insisterò finchè non riuscirò a trovarli! Intanto rileggo sempre con piacere Quando Il Diavolo Ti Accarezza, uno dei miei libri preferiti di cui potete trovare la recensione QUI.
P.S. Notare la maglietta degli Iron Maiden *-* Cioè, tutti in giacca e cravatta e lui con la t-shirt di una delle migliori band Metal! Oh, ma quanto lo stimo **

Recensione, Innocenti bugie di Elizabeth Chandler

Ciao sono Lenah! ECCO UNA NUOVA RECESIONE! =D

Trama :
Wisteria, Maryland. Lauren torna nel suo paesino d'infanzia sette anni dopo la morte della povera madre, annegata misteriosamente nel fiume. Allora si gridò all'omicidio e il caso finì sui giornali, ma poi la faccenda fu messa a tacere e si stabilì che si era trattato di un semplice incidente. Ora Lauren è venuta a trovare zia Jule, che in quel momento di dolore la accolse con affetto nella sua famiglia. Ma quando raggiunge la sua casa sul fiume, Lauren rimane scioccata dallo stato di abbandono in cui versa e dal comportamento della zia, che sembra molto nervosa, come se volesse nasconderle qualcosa... Nora, sua cugina, continua a fissarla in silenzio con uno sguardo spettrale, e anche Nick, il fidanzatino d'un tempo, si comporta in modo ambiguo. L'atmosfera si fa sempre più pesante e Lauren nota che stanno accadendo strani incidenti, fino a quando ha la certezza che qualcuno, per qualche motivo, la vuole morta...

La mia recensione :
Inncocenti bugie, è una lettura veloce, e che ti prende fin dalle prime pagine, con l'arrivo di Lauren a Wisteria e l'incontro con l'affascinante Nick.
Non è un libro tanto lungo ha 210 pagine, avrei voluto che il rapporto fra Nick e Lauren fosse stato sviluppato di più, ma va bene anche così.
La storia riesce a tenerti con il fiato sospeso. Anche se avrei voluto sapere qualcosa di più dal lato paranormale.
Comunque è una lettura che incanta, per le sue atmosfere, e per gli strani personaggi, che all'inzio parti sicura di chi sia il cattivo, poi fai marcia indietro, finchè alla fine non viene fuori un colpo di scena. Anche se devo dire di avere qualche sospetto sul cattivo.
La storia parla di Laren che ha 17 anni, e sette anni prima sua mamma è morta annegata nel lago di Wisteria, da quell'estare di sette anni prima, non è più tornata a Wisteria, solo quando si sarebbe sentita pronta.
Ma ogni volta che erano a Wsteria sua madre era ossessiva a non farla giocare, con Nora e Holly le figlie della sua madrina, chiamata anche zia Jule. E poi la madre parlava di oggetti che si spostavano, e collane, sciarpe, bracciali, coperte ed ecc. con  dei nodi.
Lauren ha sempre pensate che la madre fosse stressata, essendo la moglie del governatore, se non sbaglio, era anche inseguita dai paparazzi, che la facevano impazzire.
Una cosa che mi è piaciuta molto, che Lauren anche se arriva da una famiglia molto importante, figlia del governatore, non ha la puzza sotto al naso, o si comporta come se tutto gli fosse dovuto. E' una ragazza normale. E anche simpatica, capiamo meglio il suo personaggio, perchè con mio grande piacere, il libro è in prima persona, pensavo fosse in terza, visto che la saga Baciata da un Angelo è in terza.
L'arrivo a Wisteria è abbastanza tranquillo, fa l'incontro con un suo compagno di giochi di quando era piccola, Nick, e fra i due scattano subito scintille.
Holly la figlia di zia Jule l'accoglie nei migliore dei modi, zia Jule la tratta benissimo, ma poi c'è Nora una ragazza tormentata, che non parla mai, e ti fissa con quello sguardo vuoto, e dice cose senza senso.
All'inizio sembra che tutto vado bene, però da quando è arrivata succedono cose strane, anche lei come la madre, trova dei nodi, rischia di cadere dall'altalena-e farsi anche male- e la corda si rompe, e si crea misteriosamente un nodo...
Fa incidenti, rimane bloccata, e così via, e lì che Lauren capisce che qualcuno vuole ucciderla, propio come sua madre, che avevano chiuso il caso dicendo che era un incidente.
Ma quando Lauren prova a parlare con Jule, dei problemi di Nora, e qualcosa su sua madre, la zia diventa fredda, e cerca di cambiare discorso, e se lei insiste se la prende con la madre di Lauren.
Holly invece da piccoli segni di invidia che poi cerca di mascherare subito. Nick diventa freddo e si allontana da lei. L'unic che sembra stargli vicino è il cane di Nick.
Nora dice che c'è il fantasma di sua mamma, e che vuole la sua bambina. Al cimitero trovo una lapide accanto a quella delle madre con scritto "La figlia."
Lauren inizia a preoucupparsi ma non scappa, o fa la fifona affronta tutto con coraggio, e io non ho potuto non adorare questo suo comportamente!
Innocenti bugie è un libro che consiglio,per chi ha voglia di staccare un pò la spina, e leggere una bella storia di mistero.
Il mio voto è : @@@@ 4 STELLE! Mi è piaciuto molto! :)
p.s Non vedo l'ora che esca il prossimo capitolo, ricordo che sono storie autoconclusive!

lunedì 27 febbraio 2012

Books vs Movies #5

Benvenuti al quinto appuntamento con la nostra rubrica dedicata agli adattamenti televisivi e/o cinematografici.
Oggi parleremo di "The Secret Circle", la serie tv che è stata tratta dalla saga dell Smith "i Diari Delle Streghe".
Come sapete ho letto il primo libro e provato a leggere il secondo, ma non mi sono piaciuti per niente, però volevo dare un'occhiata al telefilm e devo dire che non è malissimo. Ho visto solo la prima puntata e hanno cambiato un mucchio di roba!
Comunque potete trovarla in streaming qui.

Ma parliamo del cast.

Lei è Brittany Robertson, ovvero l'attrice che interpreta Cassie. Appena l'ho vista ho pensato subito a Diana O_O


Lui è Thomas Dekker ed è un gran figo! Interpreta Adam (troppo bello per questo ruolo, secondo me). Recitò qualche anno fa in uno dei miei film preferiti: La Custode Di Mia Sorella, a cui magari dedichiamo la prossima puntata, tanto è stato tratto dall'omonimo romanzo.


Non so se qualcuno ha letto i libri, ma chi l'ha fatto può dirmi se si era immaginato Diana in questo modo?? Proprio così gente! Shelley Hedding interpreta la dolce (e molto ingenua) Diana. Che Shel e la protagonista si siano scambiate i ruoli??


Lei è Phoebe Tonkin e interpreta Faye. Bhè, direi che ci sta! Magari la pelle è troppo chiara... e io devo decisamente smetterla di cercare il pelo nell'uovo!!!

Ed ecco la nonna di Cassie! L'attriche che la interpreta è Ashley Crow.

Ok gente! Per oggi è tutto! Dalla prima puntata il telefilm sembra più intrigante del pallossissimo libro!!! Speriamo bene! Ci vediamo alla prossima e vi ricordo che se volete vedere la serie in streaming (naturalmente sottotitolata, visto che la trasmetteranno in Italia dal 12 settembre 2012) potete cliccare QUI!!!
Ciao Ciao :D

domenica 26 febbraio 2012

Capperi!!! Voglio questo libro!!!

Oh gente!!! Che scoperta affascinante che ho appena fatto!
Cazzeggiavo tranquillamente sul bellissimo blog di Glinda (QUI) quando mi sono imbattuta nell'anteprima di un seguito di un libro di una scrittrice italiana di cui non sapevo nulla (scusate per i troppi genitivi xD).
L'articolo parla de "Il Canto Delle Ombre", ma l'affascinante scoperta riguarda il romanzo che lo precede : Il Canto Della Notte.


La copertina non è meravigliosa?!?!?!?!? Ma certo che si *_* E' così gotica *.* La luna...I rami... la ragazza dalla pelle bianca... Oh ma che spettacolo!

E poi la trama... : Il Canto della Notte è la voce della Luna che scivola tra gli alberi, accarezza il fiore Orchimola, soffia tra le Creature dei boschi e raggiunge il cuore di ogni Licantropo. Una voce morbida che grida nel cuore di Maila, una diciottenne a cui la Luna ha serbato un dono speciale, il cui riflesso può restituire il volto di una ragazza fragile o la forza incontenibile di una lupa bianca. Maila è senza famiglia e vive ad Amadriade con Victor e Lisaika, genitori adottivi che si prendono cura di una giovane comunità di muta-forme. Quando il Canto della Notte, quel suono che gli Umani non percepiscono, le riempirà la testa, l'avvicinerà al momento in cui scoprirà di essere la Prescelta. La Luna farà il suo nome affidandole il compito di sconfiggere gli Artigli Rossi, licantropi senza scrupoli che, per raggiungere l'immortalità, devono cibarsi della carne della Prescelta. Per sopravvivere e per salvare sia gli umani che i muta-forme, Maila dovrà decapitare Seimo, il più spietato degli Artigli Rossi, e portare la sua testa al cospetto della Monaca Bianca, nel Regno di Ayta. Solo così riuscirà a intrappolare i licantropi assassini nel Non Dove e a liberare il mondo dalla loro violenza distruttrice. A guidarla nel suo viaggio, l'amore di Ren, un Othar, Lupo cacciatore addestrato da guerriero a morire per lei. Non possono amarsi, i loro corpi troppo vicini li renderebbero più deboli e troppo esposti alla furia di Seimo. I loro cuori, però, non conoscono le regole dell'invulnerabilità.

Mi ha incuriosito il paese d'origine dell'autrice, cioè l'Italia! Infatti sono alla continua ricerca di romanzi fantasy tutti italiani! Ed è sempe bello scovarne alcuni che sembrano meritare davvero!
CAPPERI!!! Voglio questo libro... Ma "L'erba voglio non esiste neanche nel giardino del re" ...la mia adorabile nonnina mi ha rovinato l'infanzia con questo proverbio D: Scherzo nonna, ti voglio bene =3
MA CAPPERI!!! VOGLIO QUESTO LIBROOOOOOOO!!! 

sabato 25 febbraio 2012

Giretto in libreria per Dru!

Oggi sono finalmente potuta uscire da questa casa, quindi ne ho approfittato e ho fatto un salto in libreria.
Cioè, la cosa non è stata così semplice xD Prima mi sono dovuta sorbire le lamentele da parte di quasi tutti i miei amici!!!
Sono stata FORTUNATISSIMA!!!
Ho trovato "7 Il Numero Maledetto", "Untamed" e l'edizione economica di "Passion" **.
Sono contentissima!!!


Prima ho parlato di fortuna non solo per l'edizione economica, ma anche perchè ho trovato "Untamed".
Non so come funziona dalle altre parti, ma qui quando si tratta di saghe lunghe come "La Casa Della Notte", vendono il primo e gli ultimi due! Quindi è sempre un problema! Dovrei ordinarli ma ci mettono una vita ad arrivare, allora li compro online, ma non sempre me lo permettono D:
Questa volta è stato diverso!
Ho trovato tre romanzi che desideravo davvero e sono al settimo cielo!
Solo che adesso la mia libreria è stracolma di libri che devo ancora leggere!!!
Ma "melius abundare quam deficere" dissero i latini ;D

venerdì 24 febbraio 2012

A World Of Characters #5

 Ed eccoci al quinto appuntamento con una delle rubriche che mi piace di più, quella dedicata ai nostri personaggi (characters) preferiti. Perchè "we live in a world of characters"? Perchè è così, alla fine. Ci affezioniamo moltissimo ai personaggi, tanto da considerarli degli amici, a volte. "Noi viviamo in un mondo di personaggi"...quanti di voi si rispecchiano in questa frase? Bhè, io si xDxD

Ma cominciamo ^^ Oggi volevo parlare di Viandante, meglio conosciuta come Wanda, cioè la protagonista de L'Ospite, di Stephenie Meyer.
E' uno dei personaggi che mi è rimasto più impresso. E' forte, determinata, dolce, sensibile, pronta ad aiutare gli altri, capace di amare le persone che la odiano, di sacrificarsi per loro, di pentirsi per colpe che non sono sue, di rattristarsi perchè qualcun'altro fa soffrire chi non l'accetta.
Ma procediamo per gradi.
Chi è Wanda?
E' un alieno con il compito di ricavare informazioni da una ribelle, Melanie.
In che modo?
Venendo inserita nel suo corpo.
Perchè noi siamo stati invasi dalle "anime", alieni che, sottraendoci i nostri corpi, si sono portati via anche il nostro pianeta.
Wanda ha l'incarico di svelare il nascondiglio dei ribelli, ma una volta nel corpo di Mel, non riuscirà a superare le barriere mentali che questa ha creato.
Un giorno capta un'immagine. Un adolescente e un uomo. Rispettivamente Jeremy e Jared. Il primo è il fratellino, il secondo il ragazzo di Melanie.
Viandante è tentata di riferire l'informazione, ma inaspettatamente, anche lei si accorge di provare dei sentimenti per loro. Gli stessi sentimenti che prova Mel.
Contro ogni regola, si mette a cercarli.
Li trova, ma naturalmente non verrà accettata dalla vasta comunità di ribelli.
Benchè continui a dire che dentro di lei Melanie è ancora viva, tutti pensano che si trovi lì solo per consegnarli ai cercatori.
Ci vorrà del tempo perchè si fidino di lei. E anche quando cominciano a farlo, continuano a guardarla come un mostro.
Lei soffre per questo, soffre perchè vorrebbe l'amore di Jared.
Ma c'è qualcun'altro che si innamora di lei. Ian.
Magari la prossima puntata la dedicheremo proprio a lui, ma adesso dobbiamo concentrarci su Wanda.
Come ho già detto è un personaggio forte, perchè lotta per inserirsi, lotta per la fiducia degli umani. Fa di tutto per guadagnarsela.
E' un personggio sensibile, perchè soffre per le persone che ama, ma anche per quelle che conosce appena. Proprio come un ribelle che sta per morire di tumore. Lei non riesce proprio a capire come una cosa del genere possa accadere. Infatti la medicina degli alieni è molto avanzata. Lo assiste per giorni, quando ormai delira. Gli sta vicino, lo conforta, anche se questo non piace agli altri, che la reputano un'ipocrita. Lei se ne frega. Perchè, essendo abituata all'immortalità, non può accettare la fragilità della vita.
Ma la cosa più stupefacente è come lei scelga di sacrificarsi per ridare la libertà a Melanie.
Ormai infatti, hanno capito come liberarla.
Wanda, invece di farsi inserire in un altro corpo e quindi continuare a vivere, vuole essere sepolta insieme agli altri. Vuole morire, perchè non riescurirebbe a far soffrire altre persone, togliendo l'indipendenza di qualcun'altro. Ragazzi, a questo punto erano partite le lacrime. Mio padre sentendomi singhiozzare, era corso in camera pensando che fosse successo qualcosa xD Quando mi ha vista seduta sul letto che abbracciavo il libro e che urlavo <<PERCHE'??? Wanda DEVE esserci un altro modo>> mi stava per mandare a quel paese xDxD
Insomma, tutto questo per dirvi che è un personaggio meravoglioso, ch porto e porterò sempre nel cuore.
Scrivendo questo articolo mi è venuta voglia di recensire L'Ospite, quindi aspettatevi anche una recensione più che positiva!
Ciao Ciao e alla prossima :D

Recensione: Quattro amiche e un paio di jeans, di Ann Brashares

Questo libro l'ho letto quasi per scherzo.
Me lo regalarono e la mia migliore amica, conoscendo i miei gusti, era sicura che non lo avrei mai letto. Così, per dimostrarle che potevo farcela, lo iniziai il giorno dopo.

Trama: Quattro amiche per la pelle - Lena, Tibby, Bridget, Carmen - e un'intera estate da passare separate. Che sciagura. Poco prima di partire, però, Lena e le altre trovano in un negozio dell'usato un paio di jeans magici che, miracolo!, stanno benissimo a tutte. E allora perché non spedirseli per indossarli a turno, ognuna nel posto in cui trascorrerà le vacanze? Sarà come essere sempre tutte insieme, dopotutto.


Recensione: Non mi aspettavo niente di particolare. Ero così presa dal voler dimostrare alla mia amica che potevo leggere di tutto, che scorrevo le pagine solo per arrivare alla fine e sbatterglielo in faccia (sono molto competitiva...).
Quindi potete immaginare il mio stupore quando, dopo un po' di capitoli, mi accorsi che in realtà era una lettura piacevole. Intendiamoci, niente di eccezionale, ma comunque un libro carino, scorrevole e non stupido come potrebbe sembrare.
Le protagoniste sono queste quattro ragazze che sono amiche sin dalla nascita. Anzi, loro tengono a specificare che sono amiche da prima della nascita, da quando le madri si preparavano al parto insieme.
Ognuna ha un passato che l'ha resa ciò che è nella storia. Sono caratterizzate quasi alla perfezione.
Sono tutte molto diverse tra loro e mi ha colpito come si diano da fare l'una per l'altra.
L'affetto che l'autrice ha voluto creare è così forte e ben descritto, da sembrare reale, palpabile.
Si conoscono alla perfezione. Ognuna sa i gusti dell'altra, le paure, quello che la fa soffrire e quello che la rende pazza di gioia. Sono quasi un'entità sola.
Finchè arriva questa fatitica estate in cui sono costrette a separarsi. Carmen andrà dal padre, Bee andrà in un centro-estivo sul calcio, Lenah in Grecia dai nonni e Tibby resterà a casa a lavorare in un super-mercato.
Sono riunite da Carmen quando Tibby comincia a lamentarsi, perchè è quella che passerà le vacanze peggiori. Così chiede alla padrona di casa di regalarle un paio di jeans.
Carmen non ricordava di averli, ma le dispiace in fondo donarli. Alla fine accetta.
Tibby li prova e le stanno alla perfezione. La cosa strana, però, è che stanno benissimo anche alle altre, beanchè abbiano corporature molto diverse.
Giungono alla conclusione che sono dei pantaloni magici e che se li spediranno durante l'estate, per restare unite.
All'inizo i pantaloni sembrano portare sfortuna. 
Carmen scopre che il padre sta per risposarsi.
Lenah fa continue figuracce con un affascinante ragazzo greco.
Bee non riesce a conquistare il suo allenatore.
Tibby viene assillata da una ragazzina rompiscatole.
Ma alla fine decidono di dare una seconda possibilità ai pantaloni e tutto sembra risolversi.
Come ho già detto, niente di eccezionale. Però è una lettura scorrevole.
La storia che mi è piaciuta di più è quella di Tibby. E' la più profonda e la più triste poichè la ragazzina rompiscatole è malata di leucemia.
E' una saga composta da quattro libri, tutti autoconclusivi.
  1. Quattro Amiche E Un Paio Di Jeans
  2. Quattro Amiche E Un Paio Di Jeans -La Seconda Estate
  3. Quattro Amiche E Un Paio Di Jeans -Il Tempo Delle Scelte
  4. Quattro Amiche E Un Paio Di Jeans -Per Sembre In Blu
Sono stati tratti anche due film. Del primo parleremo lunedì nella nostra rubbrica Books vs Movies.
Voto ***3/5 (consigliato)

Recensione: La Guerra Degli Angeli, di Heather Terrell

Buongiorno! Oggi ho proprio voglia di recensire qualche libro!
Inizierò con La Guerra Degli Angeli, un Urban Fantasy scritto da Heather Terrell.

Trama: Ellie ha 16 anni e vive nella piccola cittadina di Tillinghast, nel Maine. È alta, snella, con lunghi capelli neri e occhi chiari, e ha un misterioso, inspiegabile dono: sfiorando le persone riesce a sentire i loro pensieri e a vedere alcune immagini del loro passato. Si è sempre sentita diversa e non è mai stata completamente a suo agio con i coetanei. Finché in città non arriva Michael, un ragazzo solitario e affascinante, biondo, dalla carnagione chiarissima. Tra loro nasce subito qualcosa: provano una fortissima attrazione l'uno per l'altra e hanno la strana sensazione di essersi già conosciuti. Pian piano si accorgono anche di avere gli stessi poteri. Sono angeli? Vampiri? La verità è racchiusa in un segreto antichissimo, in una guerra tra forze oscure e inimmaginabili, destinate a sconvolgere la loro vita e il loro amore...


Recensione: Ho letto il libro quest'estate, all'Isola D'Elba. Mi ero portata solo Città Di Ossa, perchè speravo di tornare entro tre giorni, ma la località piacque così tanto ai miei genitori, che ci restammo tutto agosto. Dovete sapere che io odio il mare!
Alloggiavamo in una delle città più grandi, quindi appena finito il romanzo che avevo con me, mi diressi in libreria per comprare qualcos'altro.
Mai vista una libreria peggiore! Il reparto dedicato alla saggistica era vuoto! E non vi dico quello della Narrativa e del Fantasy!
Ormai avevo perso tutte le speranze! Avrei dovuto trovare altre scuse credibili per rinchiudermi dentro casa o per scapparmene in montagna (l'Isola D'Elba, fortunatamente, ha una parte montuosa!).
Ma un giorno, mentre ci dirigevamo in spiaggia, trovai una bancarella che vendeva libri e fumetti. C'erano un sacco di romanzi Urban Fantasy!!! MIRACOLOOOO!
Inutile dire che la maggior parte li avevo letti xD Erano pochi quelli a me sconosciuti, tra cui quello che dovrei recensire (devo smetterla di fare introduzioni così lunghe!).
Tutto questo era per dirvi che forse l'ho apprezzato tanto perchè le aspettative erano inesistenti. Ma resta il fatto che è una bella storia, originale, intrigante e romantica.

La protagonista è Ellspeth, o Ellie, una ragazza che da sempre ha strani poteri, quelli di poter leggere nel pensiero toccando le persone.
Naturalmente (e banalmente) è bellissima e non lo sa, finchè a scuola non incontra Michael, un ragazzo che l'attira inspiegabilmente. Come se non bastasse, lui continua a ripeterle che loro già si conoscono. Dovrebbero essersi incontrati durante una delle missioni di pace dei loro genitori, che girano il mondo aiutando i più poveri. Ma lei non ricorda nulla.
Perchè? Bhè, perchè i genitori le cancellarono quel ricordo.
Ma perchè?? Perchè loro due non devono incontrarsi.
Ma perchè??? Ok, chiedete troppo xDxD Leggete il libro se volete saperlo!!!
Ellie e Michael, però, sentono di essere destinati a stare insieme (non fatevi ingannare, il destino centra, ma non è legato alla storia d'more come sembra).
Anche Michael ha i poteri di Ellie. Anche lui riesce a leggere nel pensiero, a cogliere spralzi del passato delle persone che sfiora.
Ma non solo...
Mentre si baciano per la prima volta accade qualcosa di strano...
Michael ha i denti affilati, Ellie si taglia...
Ma a nessuno dei due dispiace...Loro apprezzano il sangue.
Sono forse vampiri? Ma allora perchè riescono anche a volare?
E' una storia originale e avvincente. L'autrice riesce ad affrontare argomenti biblici con estrema leggerezza, rendendoli interessanti e stranamente plausibili...
Spiega il mito dei vampiri, degli angeli caduti. Riesce a portare una ventata d'aria fresca a questo tipo di libri, che stavano cadendo nell'oblio della poca originalità. Tutti scritti "con lo stampino", per far soldi e non per regalare emozioni.
Non dico che questo sia un capolavoro (cosa che ho pensato dispersa su quall'isola), ma è comunque un libro che consiglio.
Non è perfetto, ma è carino, scorrevole e coinvolgente. La parte romantica è dolce e sensuale.
Prima di concludere vorrei dire che è il primo di una minisaga composta da due libri. Il secondo dovrebbe intitolarsi "Eternity", ma non ho la più pallida idea di quando uscirà.
Voto. ***3/5

Recensione, Firelight - La ribelle, Sophie Jordan

Ciao sono Lenah, e oggi pubblico la prima rcensione che ho scritto! =)

Recensione.Firelight - La ribelle




Trama : UNA VERITÀ TROPPO A LUNGO CELATA, NEMICI MORTALI, UN AMORE IMPOSSIBILE --- Discendono dai draghi. Sono dei mutaforma che hanno sviluppato la capacità di apparire umani per sfuggire ai cacciatori. Vivono nascosti nelle foreste remote, volando solo di notte, dispiegando le ali quando nessuno può vederli. Sono i draki. Jacinda è il tesoro del suo branco, l’unica capace di soffiare ancora fuoco. Ma dopo aver infranto per l’ennesima volta le regole che proteggono la vita della sua comunità, Jacinda viene esiliata con la madre e la sorella. Sepolta in una anonima cittadina, costretta a mantenere l’aspetto umano con il rischio di dimenticare la sua vera natura, la bellissima draki si ritroverà proprio nella stessa scuola del suo giovane e affascinante cacciatore. È possibile una simile coincidenza? Oppure il cacciatore non è quello che la sua famiglia vorrebbe far credere?

                                                                            RECENSIONE :
Firelight è il primo capitolo di una trilogia paranormal romance, urban fantasy che parla di Draki.
I Draki discendono dai draghi, sono mutaforma, perchè possono pure tramutarsi in umani.
La storia parla di Jacinda una Draki speciale, perchè ha la capacità di soffiare fuoco. 
Infatti Jacinda è molto "popolare" nel suo clan. Ma quando Jacinda decide di volare all'alba, che è severamente vietato, avrà un incontro ravvicinato con i nemici mortali dei Draki, i cacciatori.
E sarà così che incontrerà il cacciatore Will, e fra i due ci sarà un momento magico, perchè Will non la cattura, ma la lascia libera.
In tanto Jacinda, sua madre e sua sorella fuggono dal loro clan, i motivi non gli dico per non fare sopiler.
E si trasferiscono nel deserto, dove per il Draki di Jacinda è impossibile vivere...Ma il destino vuole che in quel posto perso nel deserto, incontrerà il suo cacciatore, e lui risveglia la fiamma che c'è in lei.
Ho adorato il personaggio di Jacinda per la sua voglia di libertà, il suo carattere forte e deciso e la sua voglia di amare, chi vuole lei, perchè il clan vorrebbe che lei si fidanzasse con il figlio del capo del clan, Cassian un personaggio molto interessante, anche se a volte non lo sopportavo, e di una bellezza, che pochi Draki hanno perchè è un onice. (E molto sicuro di sè.)
Non voglio dire molto sul personaggio di Will per farvelo scoprire a voi... Io l'ho trovato un personaggio favoloso!!! *Espressione sognante*
Anche gli altri perosnaggi sono molto interessanti e ben costruiti, tipo la sorella di Jacinda.

Firelight- la ribelle è un libro che consiglio, per chi ha voglia di una storia un pò nuova, per una bellissima storia d'amore.
Adesso aspetto con grande ansia Vanish!!!!! Il terzo e ultimo capitolo della saga si chiamerà Hidden ed esce in America a settembre 2012.
P.s La recensione non è perfetta, e credo che non sia neanche fra le più belle. Ma è la prima che scrivo...;-))
Quando sarò un pò più brava con il blog inserirò le stelline per dare i voti, ma per adesso uso le chiocciole!


@@@@@ 5 STELLE! Un libro sicuramente da leggere, che non annoia, e si divora!!!  =D

giovedì 23 febbraio 2012

PETIZIONE: Li vogliamo in Italia!!!

Sul blog di Lenah, Il Mondo Racchiuso nei Libri, ho trovato questa petizione, il cui via è stato dato da Isabella del Blog From A Book Lover.
Ho subito deciso di dar loro una mano! Anche se non siamo poi così tanti, vale la pena provare a farci sentire!
La petizione consiste nel convincere le case editrici a pubblicare questi due libri di L.Armentrout:



Ho letto le trame (perdonatemi se non le metto, ma il computer fa i capricci >.< potete comunque leggerle qui) e sono davvero stupende! Si tratta di qualcosa di originale e avvincente :)
E poi io parlerei anche delle cover...avete visto che belle??? ...Anche il tipo nella copertina di Obsidian fa il suo effetto ;D 
Comunque se volete firmare la petizione come me, basta cliccare sul banner che ho pubblicato sul blog nella colonna destra!
Dai, aiutateci a portarli in Italia!!!
                                   

Cover Land #5

Eccoci al quinto appuntamento con Cover Land! Oggi, in onore della scoperta della cover di Hidden, parleremo proprio delle copertine della saga di Firelight.
Sono stata informata della notizia da Lenah, che tutta contenta mi ha contattata su facebook.
Ma basta parlare! Lasciamo che le immagini dicano tutto da se...




Tutti (tra cui Lenah) dicono che la più bella è la terza, quella di Hidden, ma sinceramente quella che mi piace di pù è la prima!!! Ma non quella originale, la nostra :D
Le squame verdi sono meravigliose *-* Creano un bellissimo contrasto con i capelli rossi **
Anche se alla fine sono tutte stupende ;D

Possiamo concludere questo breve appuntamento.
Ci vediamo il prossimo giovedì con le foto di altre cover!
Ciao Ciao!!!




dai Dru, se fai la brava ti mandano in libreria!

Oggi!!! Oggi è uscito questo (almeno spero) capolavoro :D


Appena ho visto la copertina me ne sono innamorata! Sinceramente non so neanche il perchè... insomma ci sono delle cover che sono migliori di questa, ma ha un "nonsoche" di inquietante *-*
Sarà che la donna è marissima, sarà per lo sfondo, fatto sta che oggi devo assolutamente prenderlo! Cosa curiosa visto che è da quando ho comprato Damned che non seguo più le nuove uscite. Ho così tante saghe da finire, che ormai non le guardo più...ma questa... D:

Trama: Mary Shayne desiderava che il suo diciassettesimo compleanno fosse speciale, un evento da ricordare, ma di certo non immaginava che si sarebbe svegliata nuda, nel letto di un negozio di mobili, con i postumi di una terribile e inspiegabile sbronza. E la giornata prosegue nel peggiore dei modi: a scuola nessuno le fa gli auguri, né le sue migliori amiche, Amy e Joon, né il suo ragazzo, Trick, che anzi la lascia. Con il trascorrere delle ore, Mary si convince sempre di più che qualcuno sta tramando contro di lei, e i fatti le danno ragione: prima della fine della giornata viene uccisa a sangue freddo. 
Ma la morte non è che l’inizio di una nuova odissea. Mary si ritrova intrappolata in uno strano limbo, costretta a rivivere il giorno della propria morte attraverso gli occhi delle sette persone che le erano più vicine, ognuna delle quali – scoprirà con sgomento – aveva più di una ragione per odiarla. Ma chi di loro l’ha uccisa? E perché? Per scoprirlo e cercare di cambiare il corso degli eventi, Mary dovrà fare i conti con i dolorosi misteri e gli inconfessabili segreti che si nascondono sotto la patina dorata del suo mondo perfetto.

Su Dru, fatti forza! Se fai la brava e finisci greco ti mandano in libreria! xD

mercoledì 22 febbraio 2012

What's wrong to talk about evil? #3

Benvenuti alla terza puntata della nostra rubbrica dedicata agli antagonisti, quelli che abbiamo odiato, quelli che ci hanno stupito, quelli che ci hanno spaventato.
Oggi volevo parlarvi dei "cattivi" di un libro che ho finito da poco e di cui trovate la recensione qui: Oltre La Soglia, di Tito Faraci.
In questo horror i protagonisti, cioè un gruppo di ragazzi che ha visto piano piano il mondo andare in rovina, devono scappare e nascondersi dagli adulterati, cioè adulti che hanno contratto un virus che li ha trasformati in esseri crudeli e affamati di morte.
Si dividono in due categorie: quelli di tipo "alfa" e quelli di tipo "beta".
Quelli di tipo alfa sono quelli più intelligenti. Quelli di tipo beta son quelli più stupidi. Un tipo alfa è comunque destinato a diventare un tipo beta.
Partiamo dicendo che l'idea è molto originale. I cattivi della situazione sono proprio quelli che dovrebbero proteggerti e donarti amore, infatti i tuoi genitori non dovrebbero sclerare e cercare di bruciarti viva, come è successo ad Anna. E i tuoi professori, per quanto crudeli e sadici, non dovrebbero impiccati in palestra, come è successo al fratello di Mila.
Insomma, la situazione è alquanto paradossale.
Ma a parte questo, che mi ha comunque fatto apprezzare il libro, la cosa che mi ha colpito di più è come Walter, adulterato che darà la caccia ai ragazzi nelle ultime pagine, da' una logica ai suoi pensieri contorti e folli.
Walter ha avuto un'infanzia difficile. Cercava perennemente l'attenzione della madre, che lo accusava di essere troppo simile al padre. Non ha mai fatto amicizia con nessuno, poichè ha imparato ad essere "invisibile" proprio per non farla soffrire. Insomma, reputa la mamma la causa dei suoi fallementi. Così, una volta diventato un adulterato, convoglia tutta la rabbia che prova nei confronti della genitrice in follia omicida.
Diventò un adulterato quando il suo vicino, un commissario forte e attraente, costuì un capanno nel suo giardino. Tentò di denunciarlo, ma nessuno gli prestò attenzione. Anzi, questo peggiorò ulteriormente la situazione, poichè il vicino ruppe le sue finestre.
Un giorno, esasperato, si avvicina al commissario e gli fracassa la testa con una mazza. Ma non lo uccide. Proseguendo con la lettura scopriremo che è diventato un adulterato di tipo beta ed è stato convinto da Walter di essere un cane. Adesso si fa portare al guinzaglio, abbaia, cerca di scodinsolare, ringhia, cammina a gattoni.
Questo mi ha fatto azzardare un'ipotesi. Molto probabilmente chi ha avuto un bel tenore di vita prima del virus diventerà subito un tipo beta. Chi invece è stato un emarginato e ha accumulato tanta rabbia, rimarrà un tipo alfa finchè non la smaltirà completamente.
Secondo me questa è stata un'idea geniale. Sono degli antagonisti che mettono i brividi!
Bhè, direi che per oggi è tutto.
Ciao ciao :)

martedì 21 febbraio 2012

Recensione: La Solitudine dei Numeri Primi di Paolo Giordano

E come promesso ecco la recensione di questo libro stupendo ;D

Trama: Alice è una bambina obbligata dal padre a frequentare la scuola di sci. È una mattina di nebbia fitta, lei non ha voglia, il latte della colazione le pesa sullo stomaco. Persa nella nebbia, staccata dai compagni, se la fa addosso. Umiliata, cerca di scendere, ma finisce fuori pista spezzandosi una gamba. Resta sola, incapace di muoversi, al fondo di un canale innevato, a domandarsi se i lupi ci sono anche in inverno. Mattia è un bambino molto intelligente, ma ha una gemella, Michela, ritardata. La presenza di Michela umilia Mattia di fronte ai suoi coetanei e per questo, la prima volta che un compagno di classe li invita entrambi alla sua festa, Mattia abbandona Michela nel parco, con la promessa che tornerà presto da lei. Questi due episodi iniziali, con le loro conseguenze irreversibili, saranno il marchio impresso a fuoco nelle vite di Alice e Mattia, adolescenti, giovani e infine adulti. Le loro esistenze si incroceranno, e si scopriranno strettamente uniti, eppure invincibilmente divisi. Come quei numeri speciali, che i matematici chiamano "primi gemelli": due numeri primi vicini ma mai abbastanza per toccarsi davvero. Un romanzo d'esordio che alterna momenti di durezza e spietata tensione a scene rarefatte e di trattenuta emozione, di sconsolata tenerezza e di tenace speranza.

Recensione: Lessi questo capolavoro a settembre dell'anno scorso. Era un brutto periodo perchè le febbri non mi abbandonavano, quindi i libri erano la mia unica salvezza.
Lo regalarono a mio padre l'anno prima, ma lui non sembrava avere intenzione di iniziarlo, così finì nella mia libreria. Mi decisi a leggerlo solo dopo l'uscita del film, perchè tutti non faceva altro che ripetere quanto fosse magnifico.
Il mio unico rimpianto è di non averlo iniziato prima!
Già dalle primissime pagine vieni catturato dalla storia ed è impossibile non affezionarsi ai personaggi.
Ognuno ha una storia alle spalle, una storia che li rende perfetti dal punto di vista della caratterizzazione. Infatti questo libro è uno dei pochi che io abbia letto dove i personaggi abbiano uno spessore, dove i sentimenti che provano sono dannatamente reali.
Ci sono alcuni punti del libro dove io sono arrivata addirittura ad avere i brividi, o a piangere (cosa rara ù_u).
La storia è indubbiamente triste, ma è proprio quella tristezza agrodolce che la rende stupenda.
I protagonisti, Alice e Mattia, hanno avuto entrambi un trauma da piccoli. Un evento che ha segnato per sempre le loro vite.
Ed è proprio questo trauma che li ha avvicinati.
Avvicinati, ma non del tutto. Proprio come due numeri Primi Gemelli, quelle coppie di numeri separati da un altro numero. Se ne stanno lì, vicini, ma lontani.
Proprio come Mattia e Alice, che anche se si amano, anche se si sono sempre amati, non sono mai riusciti a confessare i loro sentimenti.
Sapete, dopo la rabbia che ho provato quando ho capito che non sarebbe mai successo nulla tra loro, ho scoperto di avere una teoria al riguardo. E' vero che tra loro c'è qualcosa di più di una semplice amicizia. Ma è anche vero che questo profondissimo amore non potrà mai cedere alla passione, trasformarsi in qualcosa di carnale. Perchè è molto, ma molto al di sopra di certe emozioni terrene.
Mattia e Alice si completano.
E' sin dall'inizio del libro che il lettore aspetta che le due storie si intersechino, che i due protagonisti si incrontino.
Bhè, quando succede, è come se anche i personaggi non abbiano fatto altro che aspettare quel momento.
Da allora cresceranno insieme. Solo loro due e nessun altro. Loro due contro il resto del mondo. Loro due contro i ricordi di un passato che non smetterà mai di tormentarli.
Loro due finchè Mattia partirà.
La partenza cambierà un mucchio di cose.
Le decisioni che prenderanno i due protagonisti è come se le prendessero per farsi un dispetto a vicenda. Questa è l'ennesima prova del loro inconfutabile amore.
Che altro dire? STUPENDO!
Sono forse retorica? Quante volte ho ripetuto che il libro è meraviglioso?
Bhè, di sicuro non abbastanza xD
Voto: *****5/5

Recensione, Baciata da un angelo - In fondo al cuore di Elizabeth Chandler

Ciao sono Lenah, e oggi ho deciso di postare la mia recensione, di una delle mie saghe preferite : Baciata da un angelo- In fondo al cuore, io ho amato questa serie, nata 15 anni fà, come trilogia.
Ma l'anno scorso, mi sembra, la scrittrice ha voluto portarla avati. Una parte di me era irritata perhè non avrei più avuto una saga finita, una parte di me felice perchè forse avrà il finale che ho sembre desiderato, e un'altra parte di me un pò scettica. Io non ho letto Il diario del vampiro della Smith, ma tutti dicono che da quando l'ha ripreso a scrivere è peggiorato.
Ciò non toglie che io non abbia preso il libro. L'ho letto in 5 ore. Era una giornata che continuava a nevicare, a me e i miei vicini è partita la luce. Allora ho detto con la neve, la lettura di questo libro sarà ancora più piacevole! E mi ha incantata. Come hanno fatto i primi tre.

ATTENZIONE SPOILER, PERC CHI NON HA LETTO I PRIMI TRE LIBRI.

                                                                 La mia recensione :
 
Ho appena finito Baciata da un angelo - In fondo al cuore, STUPENDO! Chi ha letto la saga ed è indeciso se continuarla, io gli dico "CONTINUATELA"!!! E' FANTASTICO!  E' stupendo, l'ho finito in meno di 4 ore, non riuscivo a staccarmi, i personaggi non hanno avuto grande cambiamenti hanno lo stesso carattere e, come nei primi tre entri nella storia, e non esci più! Voglio Everlasting!!
Passiamo alla recensione, la storia si svolge un anno dopo alla morte di Tristan, Ivy, Beth, e Will, sono a Cape Cod, dalla zia di Beth e l'aiutano con l'albergo. Qui conosciamo anche nuovi personaggi la cugina di Beth, e una sua amica, personaggi che io ho trovato un pò antipatiche, non che non hanno avuto un senso nella storia, ma dei personaggi, che non capiscono il peso della questione, si comportano un pò da oche, ma grazie a loro riesci a entrare nel libro e conscere anche altri personaggi.
 Una sera Ivy e Beth devono andare a prendere a una festa le due ragazze, perchè sono ubriache, ma quando una macchina, va nel senso in cui sta guidando Ivy, gli arriva addosso. Ivy si sentirà galeggiare e andare su, su, sempre più in alto dal suo corpo, e sarà lì che troverà Tristan. Dove la bacierà, e lei si risveglierà nel letto dell'ospedale, ancora molto scossa. I medici sono impressionati da come sia guarita, visto che stava per morire, era morta. Lo definiscono un miracolo, ma Ivy sa che è grazie all'intervento di Tristan se può ritenersi ancora viva. In tanto lo stesso giorno trovono in mare un ragazzo bellissimo, che non ricorda niente, (che se uno fa due più due, capisce chi è), appena Ivy lo vede, sente come qualcosa, che non riesce a spiegare neanche a se stessa.
Cercherà di aiutarlo, perchè lui non ricordando niente, gli fa un pò tenrezza, ma anche perchè quando è con lui, riesce a sentire quel sentimento che provava con Tristan.
Ivy e Will sono stati fidanzati, ma come la stessa Ivy sa, non riesce ad amare Will come Tristan, anche se lei e Tristan sono stati meno tempo insieme, di lei e Will. Non smetterà mai di provare quei sentimenti ancora così forti.
In tanto una sera ancora prima dell'incidente, giocano a una tavola Ouja (si scrive così?), insieme alla cugina di Beth, e la sua amica, e aprono un portale... Ma chi entrerà in quel portale?
Vediamo anche una Beth fredda, che fa strani incubi... Will e Ivy si lasceranno, perchè Will capisce che Ivy è distante, e capisce anche che si sta avvicinando a Guy, lo strano ragazzo ce non ricorda niente,ma che gli saltano in mente certe cose, che Ivy conosceva....

Adesso non mi allungo troppo per non togliervi la sorpresa! Ma lo consiglio!! E' emozionante, toccante e romantico come i primi tre!! Quindi che posso dirvi, LEGGETELO!!

Il mio voto è : @@@@@ 5 STELLE! Coinvolgente, romantico, e che non si stacca troppo dai primi tre, e che si rivedrà il simpatico angelo Lacey! ;-)

lunedì 20 febbraio 2012

Scegliere un libro

Scegliere un libro è una delle cose più difficili per noi lettori.
Parlo per esperienza personale, ma sono quasi sicura che anche per voi è così ;D
Quando mi trovo davanti alla mia libreria stracolma di vecchi e nuovi libri, alcuni dei quali comprati da poco, altri letti e riletti, altri ancora acquistati ma abbandonati lì, in attesa che io li legga, entro lentamente in crisi.
Non sempre però. Alcune volte, quando sto per finire un romanzo, già so quale voglio leggere dopo.
Ma la maggior parte delle volte sto ore ore a contemplare gli  scaffali.
Poi arriva la fase in cui do la possibilità alle copertine di corrompermi. Prendo i libri che si contendono il posto sul mio comodino, li appoggio sul letto e mi faccio suggestionare dalle cover. Ma visto che "un libro non si giudica dalla copertina", leggo la prima pagina di ognuno.
Tutto inutile. Ogni storia mi chiama a se, mi attira inesorabilmente.
Allora che faccio? Ripeto tutto da capo, finchè un libro non mi convince del tutto.
Anche adesso farò così. Devo scegliere tra tre libri. Non fatevi ingannare!!! Anche tre sono tanti per un'indecisa come me!
  1. Hunger Games
  2. L'Accademia Dei Vampiri
  3. Il Destino Di Claire
Lenah mi ha consigliato Hunger Games, ma io non ne sono del tutto convinta.
L'Accademia Dei Vampiri, per il momento, sembra avere la meglio. Ma i giochi sono ancora aperti e tutto è possibile ;D

Recensione: Oltre La Soglia, di Tito Faraci

Questo bellissimo libro è stato scritto da Tito Faraci, un noto e bravissimo sceneggiatore di fumetti (vi parla un'espertissima e sfigatissima nerd). Me l'ha consigliato la mia migliore amica, grande fan di Dylan Dog (una delle storie sceneggiate da lui). Purtroppo è introvabile, e ho dovuto ordinarlo su internet.



Trama: In un futuro non troppo lontano, un terribile virus colpisce l'umanità e tutti gli adulti diventano velocemente "adulterati", esseri votati alla violenza e alle emozioni più animalesche. Ad aggirarsi per le città ormai distrutte dall'incuria, resta solo un gruppo di ragazzi guidati da Jaco, che ha visto il padre trasformarsi e uccidere la madre e la sorella. Tra topi grossi come cani, mannaie e denti sanguinolenti, Jaco e Anna, la ragazza di cui è innamorato, insieme al resto del gruppo, dovranno trovare il modo per sopravvivere in un mondo ormai terribilmente mutato, dove il terrore più grande è svegliarsi e rendersi conto di essere diventati adulti ormai completamente fuori controllo.

Recensione: L'ho finito di leggere da un po', ma è molto difficile da recensire. Mi è piaciuto tanto, ma sinceramente non so neanche spiegare il perchè. Infatti ci sono fattori che normalmente mi porterebbero a disprezzare una stroria, come l'assenza di una trama vera e propria, di un filo conduttore. Ma mi rendo conto che essendo un horror la cosa sia accettabile.
Le novità sono tante e davvero simpatiche. Come il fatto che ogni tanto, tra un capitolo e l'altro, ci siano queste "Pausa: indietro". Sarebbe un blog, o per meglio dire dei post scritti da questo blogger di nome Ray (che alla fine sorprenderà tutti).
Ho scoperto che mi piace il narratore esterno e onniscente, ovvero colui che sa tutto di tutti, con focalizzazione zero. Insomma la mancanza di un punto di vista fisso. Per farvi capire, è quel narratore che ogni tanto si rivolge direttamente al lettore o che anticipa qualche cosa con frasi tipo: "Ma non sapevano che stavano irrimediabilmente andando incontro alla morte".
La storia è originale, senza ombra di dubbio. Appena ho letto la trama ho pensato a Peter Pan. Le storie sono totalmente diverse, ma hanno una cosa in comune: la morale.
Ecco, è sicuramente questa la cosa che mi è piaciuta di più, la morale, anzi le morali.
Nei libri che sono abituata a leggere (urban fantasy) non c'è una morale. Magari si può trovare in qualche libro fantasy come Il Signore Degli Anelli, ma non sempre.
Nei libri distotici, invece, è più presente, proprio perchè questo genere di libri enfatizza la realtà.
Bhè, la morale di questo libro è più rivolta agli adolescenti. E' la paura di crescere. Ma alla fine Jaco infonderà un dubbio in tutti noi: è la paura di crescere o voler restare giovani?
C'è un'interessante teoria dietro questo, che ho apprezzato molto.
L'altra morale presente riguarda la speranza. Naturalmente è l'ultima a morire. Ma con tutte le cose che succedono e stanno succedendo, è difficile crederci davvero. Tito Faraci con il suo romanzo vuole urlarci "Hei!!! Non abbattetevi e continuate a lottare! Tutti, ragazzi compresi!"
Quello che vuole dire tramite il suo libro è vero. Maledettamente vero!
Quindi non posso che consigliarlo. A chi vuole una storia avvincente e divertente o a chi vuole riflettere un po' sulla condizione di tutti noi.
Concludo dicendo che il mio personaggio preferito è Ray e la mia coppia preferita sono Nico e Sarah.
Voto: *****5/5
PROMOSSO CON IL MASSIMO DEI VOTI!!!

Books vs Movies #4

Bene, eccoci ad un altro appuntamento con la rubbrica dedicata ai film, o per meglio dire, ai film tratti dai libri.
Oggi avrei voluto aggiornarvi sul cast di Red, ma credo che rimanderò alla prossima volta perchè vorrei parlarvi di un libro che ho amato tanto (la recensione qui) e da cui è stato tratto un film.
Il titolo è La Solitudine Dei Numeri Primi, di Paolo Giordano.
Comunque vi lascio il link delle notizie relative a Red, che avevo preso dal blog di Lenah. Le trovate qui.

Io non ho visto il film, perchè ero stata scoraggiata dalle critiche negative di chi aveva letto e apprezzato il libro. "Troppo confuso, non si capisce la trama, non si capiscono le sensazioni dei personaggi", dicevano. E allora, per non rovinarmi quella stupenda storia non andai a vederlo.
Adesso mi sono resa conto che in realtà avrei potuto fare un salto al cinema. Quindi credo che, un giorno o l'altro, affitterò il DVD.
   Il trailer è intrigante, vero? Credetemi, per me che ho letto il libro lo è ancora di più!!! E allora perchè non sono andata a vederlo?? Bhè, rimedierò u_u
Ma parliamo del cast.
La protagonista nel libro non è per niente come Alba Rohrwhacher, ma lei mi piace come attrice, quindi sono contenta di questa scelta. Alice da giovane viene interpretata da Arianna Nastro, che è già più simile al personaggio.
Il protagonista maschile, invece è perfetto!!! Si, l'avevo immaginato proprio come Luca Marinelli. I capelli, la pelle bianca, l'aria malaticcia, le occhiaie...PERFETTO!!! Anche Vittorio Lomartire, che sarebbe Mattia da giovane è stata un'ottima scelta, inoltre assomiglia molto al Mattia adulto!
Aurora Ruffino, che sarebbe Viola, cioè la "cattiva" dell'adolescenza di Alice, è azzeccatissima!!! Proprio come viene descritta nel libro! Anche gli atteggiamenti (che potete vedere nel video sotto).
Ah, non dimentichiamoci il regista: Saverio Costanzo.
Ecco una clip del film...

Hanno cambiato qualche cosa, ma non mi dispiace, sono del parere che il tocco del regista si debba vedere nel film. E' una delle scene più belle (nel libro intendo) ma sembra che anche nel film l'abbiamo  interpretata bene :)
Cavoli! Perchè ho dato retta alle critiche?? Proverò a cercare il film in streaming, ma senza megavideo la vedo dura T.T
Direi che per oggi è tutto!!!
Ciao Ciao :)

Recensione, Se fosse per sempre di Tara Hudson

Ciao a tutti sono Lenah, e oggi ho deciso di pubblicare una recensione che ho scritto a gennaio appena finito Se fosse per sempre di Tara Hudson.

Ciao!
Che dire di Se fosse per sempre, l'ho DIVORATO! STUPENDO E ROMANTICO!
Trama :
Chissà da quanti anni Amelia si aggira inquieta sulla riva del fiume. Quand’è morta, ne aveva solo diciotto e, da allora, ha perso la cognizione del tempo e non ricorda nulla del suo passato: né i suoi genitori, né i suoi amici, nemmeno il proprio cognome. Rammenta solo le acque scure che si sono chiuse su di lei, soffocandola. Le stesse acque che vede nei suoi incubi quando, atterrita, è costretta a rivivere ogni angosciante momento della propria morte. Un giorno, però, dopo uno di quegli orribili sogni, Amelia capisce che c’è qualcosa di molto diverso. Perché stavolta non si tratta di lei, bensì di un ragazzo che sta davvero affogando e che lotta per sopravvivere. Amelia non può lasciare che pure lui subisca il suo stesso destino e decide di aiutarlo: come per magia, il ragazzo non solo trova la forza di nuotare verso la riva, ma riesce addirittura a vedere il viso di Amelia, a sentire la sua voce, a sfiorarle una guancia con la punta delle dita. E, in quell’istante, lei capisce di non essere più sola, di aver trovato qualcuno di cui potersi fidare, qualcuno disposto a scoprire chi l’ha uccisa. Qualcuno che, per amor suo, sfiderà perfino le forze oscure che stanno cercando di distruggerla…

 
                                                                                                       Recensione :
Quando ho scoperto che, Se fosse per sempre, sarebbe uscito in Italia mi ero messa a saltare come una pazza! Mi aveva subito colpito dalla cover, e dall'intrigante trama.
Ancora prima di prenderlo ero sicura che avrei amato questo magnifico libro, e così é stato!
La storia come si capisce dalla trama, parla di Amelia uno spirito che ricorda veramente poco di quando era viva.
L'unica cosa che ricorda sono le acque oscure in cui é morta. Una serata in cui Amelia e sopra a quel famigerato ponte, si accorge che un ragazzo sta annegando, Amelia non vuole che quel ragazzo faccia la sua stessa fine, allora si butta nell'acqua per salvarlo. Anche se è impossibile visto che non può sollevare oggetti, attraversare le porte, o ecc... Ma mentre cerca di salvarlo, il ragazzo apre gli occhi e la guarda. Ovviamente la protagonista sarà felicissima perchè finalmente qualcuno la vede! Alla fine il ragazzo riesce ad arrivare a riva ed é salvo.
 
Da quel momento in poi, Amelia non si sentirà più così sola.
Lei e Joshua inizieranno a incontrarsi, e lui la vede, può toccarla e farla sentire viva, letteralmente.
Però i due innamorati, non avranno pochi ostacoli sulla strada. Uno di questi é Eli un fantasma, che vuole Amelia tutta per se, ma perchè? E poi Ruth la nonna di Joshua.
Se fosse per sempre, è una bellissima storia d'amore, intensa e toccante. Tara Hudson riesce a farti entrare nella storia fin da subito.
Il libro non lascia domande in sospeso, tipo : com'è  morta Amelia?  Quindi non ti lascia con l'ansia di avere il seguito, per capire chi è il cattivo... Ma comunque non ritenetelo un libro autoconclusivo, perchè tipo io, sono molto curiosa di leggere il seguito!
Non c'è un triangolo amoroso! ;-)
Il secondo romanzo uscirà in America a giugno 2012, il terzo e ultimo romanzo si chiamerà Elegy.
cover Arise secondo romanzo. Bellissima, anche
se preferisco quella di Se fosse per sempre.


@@@@@ 5 stelle! Semplicemente STUPENDO, romantico, toccante e con quel tocco di mistero che ci sta propio bene! Lo consiglio per chi ha voglia di una bellissima storia d'amore!!
p.s Le mie recensioni sono abbastanza corte, solo che ho sempre paura di fare spoiler! O di raccontare troppo, e togliervi il bello del libro!!
 
Vi lascio con un bellissimo booktrailer, molto suggestivo!