domenica 10 febbraio 2013

What's Wrong To Talk About Evil? #9


Buongiorno abituali lettori e gente capitata qui per caso! Oggi dopo tanto tempo torna una rubrica che io stessa ho sempre molto apprezzato, quella in cui parlo degli antagonisti che mi hanno colpita di più, o come in questo caso, che mi hanno letteralmente affascinata.
Oggi infatti il personaggio in questione è Ludkar, direttamente da Iris Fiori Di Cenere di Maurizio Temporin.
Possibili spoiler, comunque.


All'inizio non compare, forse perchè si da più adito alla parte movimentata della storia nella seconda metà del libro. In realtà all'inizio non si sa neppure che le sue azioni servono per attirare l'attenzione della nostra protagonista. Non so se questo sia voluto dallo scrittore, pertanto non so se considerarla una buona cosa o meno.
So solo che una volta conosciuto l'ho adorato, da subito.
La caratterizzazione non è un gran che, come ho già detto nella recensione, però quando si parla di Ludkar questo non è un problema (qui mi pongo la stessa domanda: la cosa è voluta o no?) perchè il lettore non deve capirlo. Come non devono i protagonisti.
I suoi comportamenti variano e sono spesso in contraddizione, cosa che ci fa notare anche Thara ed oltre ad essere molto attraente è oltremodo furbo. Si nasconde sotto una coltre di disorientamento, stanchezza, innocenza e addirittura bontà, ma poi si rivelerà per quello che è: un orrendo mostro.
Perchè Ludkar è un Nocturno intrappolato dal padre della bella ragazza dagli occhi viola nel Cinerarium.
Il suo obiettivo è, ovviamente, quello di liberarsi e vendicarsi.
Quando si cominciava a sentire nell'aria il nauseante odore di triangolo amoroso, non ho potuto fare a meno che tifare per il tenebroso antagonista dai capelli rossi e gli occhi ipnotici. Perciò il finale per me è stato più che soddisfacente! Anche se, effettivamente, il bell'aspetto di Ludkar non è tutto, anzi è solo una graziosa scatola, vuota del su strambo e seducente contenuto.

Una volta finito questo romanzo, incuriosita sono andata a cercare notizie sul seguito. Ho trovato un paio di video di Maurizio Temporin. E, oltre ad esserne rimasta piacevolmente affascinata, non ho potuto fare a meno di notare una certa somiglianza tra lui e il crudele nocturno...

Nessun commento: